Cosenza, chiude il centro vaccinale gestito dall’Esercito italiano

54 sec

Fine delle attività per il centro vaccinale gestito dall’Esercito italiano a Vaglio Lise, a Cosenza. A darne notizia è l’ufficio stampa dell’Esercito.

Allestito nel novembre scorso come Ospedale da Campo, a marzo, ricorda l’Esercito in una nota, “è divenuto un Presidio vaccinale della Difesa nell’ambito dell’Operazione EOS, voluta dal ministro della Difesa Lorenzo Guerini e diretta dal Comando operativo di vertice interforze (COVI)”.
Dal marzo scorso, il Presidio ha superato i 52 mila ingressi ed effettuato circa 46 mila somministrazioni “operando in supporto alla sanità locale nella campagna vaccinale, arrivando a somministrare fino a 600 dosi di vaccino al giorno”. Oggi il Presidio vaccinale difesa saluta Cosenza e i suoi cittadini.
“È stato un onore e un piacere essere d’aiuto alla collettività” ha affermato il dirigente Sanitario del Presidio, capitano medico dell’Esercito Andrea Benicchi, che ha successivamente ringraziato tutto il personale per “l’abnegazione, la professionalità e l’umanità mostrata in questo lungo periodo”. L’Esercito Italiano resta comunque nel Cosentino sia con i team sanitari inseriti negli hub vaccinali dell’Azienda sanitaria provinciale sia con i team mobili operanti sul territorio. (ANSA).

Advertisement
Advertisement
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Lascia un commento