Giorno del Ricordo, il 10 febbraio Fratelli d’Italia Lamezia depone corona in via Martiri delle Foibe

“Con la legge del 30 marzo 2004 n. 92 è stato istituito il ‘Giorno del Ricordo’ in memoria delle vittime delle Foibe. Ogni anno, il 10 febbraio, si commemora la…

Giorno del Ricordo, il 10 febbraio Fratelli d’Italia Lamezia depone corona in via Martiri delle Foibe

“Con la legge del 30 marzo 2004 n. 92 è stato istituito il ‘Giorno del Ricordo’ in memoria delle vittime delle Foibe. Ogni anno, il 10 febbraio, si commemora la…

1 min, 33 sec

“Con la legge del 30 marzo 2004 n. 92 è stato istituito il ‘Giorno del Ricordo’ in memoria delle vittime delle Foibe. Ogni anno, il 10 febbraio, si commemora la tragedia degli italiani lasciati barbaramente morire negli inghiottitoi carsici. Istriani, fiumani e dalmati persero la vita segnando un dramma di proporzioni devastanti per l’intera umanità, forse mai percepito, come invece dovrebbe essere, nella sua gravità e drammaticità. E proprio il 10 febbraio alle ore 10 in via Martiri delle Foibe a Lamezia Terme, Fratelli d’Italia andrà a deporre una corona di fiori per commemorare le vittime delle Foibe”. E’ l’intervento del partito Fratelli d’Italia di Lamezia Terme.

“Il secondo comma dell’articolo 1 della legge 92/2004 – aggiungono dal partito Fratelli d’Italia Lamezia – dispone che il 10 febbraio ‘siano previste iniziative per diffondere la conoscenza dei tragici eventi presso i giovani delle scuole di ogni ordine e grado’. Inoltre è prevista da parte di istituzioni ed Enti, la possibilità di realizzare ‘studi, convegni, incontri e dibattiti in modo da conservare la memoria di quelle vicende’”. “Pertanto chiediamo al sindaco di Lamezia Terme Paolo Mascaro – concludono – che per l’intera giornata del 10 febbraio le bandiere del palazzo comunale vengano poste a mezz’asta in onore e in memoria dei nostri concittadini atrocemente uccisi tra il 1943 ed il 1947 e, inoltre, che in tutte le scuole di ogni ordine e grado venga osservato un minuito di silenzio”. “Perché rievocare gli eccidi delle Foibe è doveroso non solo per una corretta ricostruzione storica e rendere giusta memoria ai nostri connazionali, ma anche – concludono – per sensibilizzare i più giovani e le nuove generazioni. Ricordare i drammi del passato è necessità indifferibile per costruire un mondo migliore in cui solidarietà, dignità e rispetto della vita umana assurgano a ruolo di primo piano negli anni a venire”.