Dopo due anni di stop tornano i Fuochi di San Marco

CORIGLIANO-ROSSANO – Fra memoria ed intrattenimento, passando per la cultura, la tradizione, l’enogastronomia. Un evento che nasce dalla sinergia fra Amministrazione Comunale e realtà locali per regalare alla cittadinanza, dopo…

Dopo due anni di stop tornano i Fuochi di San Marco

2 min, 52 sec

CORIGLIANO-ROSSANO – Fra memoria ed intrattenimento, passando per la cultura, la tradizione, l’enogastronomia. Un evento che nasce dalla sinergia fra Amministrazione Comunale e realtà locali per regalare alla cittadinanza, dopo due anni di stop legati alla crisi pandemica, la 186° edizione dei Fuochi di San Marco.

“Anche quest’anno come da quasi due secoli – si legge in una nota – ricorderemo nelle nostre piazze e nei nostri quartieri il terribile terremoto che nel 1836 mise in ginocchio Rossano e tutto il suo comprensorio, costringendo gli inermi cittadini a rifugiarsi in falò improvvisati per le strade mentre tutto intorno a loro crollavano edifici e si sentivano i lamenti delle persone intrappolate sotto le macerie”.

I festeggiamento dell’edizione 2022 inizieranno sabato 23 aprile nella Sala Rossa di Palazzo San Bernardino, con il convegno “Memoria e Terremoto” curato dall’Associazione Rossano Recupera che inaugurerà anche una mostra dedicata al terremoto del 1836 e che sarà visitabile anche il 24.

Il 24 aprile, dopo l’accensione rituale delle focarine che è prevista per le ore 20, il Centro Storico si aprirà a cittadini e visitatori con tutta una serie di iniziative.

Alle ore 20,30 nel chiostro di Palazzo San Bernardino “I foc e Santu Marc”, narrazione della storia dei fuochi a cura dell’associazione teatrale Lupus in Fabula e a seguire “A petra si mova, ‘u core s’arresta”, opera teatrale tragicomica messa in scena dall’associazione Retake Rossano. Alle 21,30 e alle 22,30 Puppet show e intrattenimento per bambini.

Per quanto riguarda esposizioni e mostre, il Museo Diocesano resterà aperto dalle 20 alle 24 con un biglietto dal costo ridotto di 4 euro mentre nella Sala Grigia di Palazzo San Bernardino sarà allestita una mostra fotografica a cura del Club Lyons Rossano Sybaris. L’edificio dell’ex Pescheria ospiterà una collettiva artistica allestita dal Centro Arte Club, in Piazza Steri ci saranno allestimenti artistici sia dell’associazione Retake Rossano che del Polo Liceale di Rossano e infine esposizioni del Moto Club a Piazza Martucci e di Vespa Club e Club 500 a Piazza Toscano Mandatoriccio.

L’intrattenimento musicale della serata sarà sia itinerante che stabile. I Salento Funk e i Takabum porteranno musica e allegria per le strade del Centro Storico mentre i Pakoustic saranno in Piazza Amantea, Antonio Bevacqua&Friends insieme agli studenti del Polo Liceale di Rossano in Piazza Steri, l’Itas ITC Rossano con musiche e danze popolari in via Plebiscito, musica popolare e spettacolo di tarantella pastorale del Pollino a cura della maestra Raffaella Maritato in Piazza Martucci a cura dell’associazione Terra e Popolo – cittadinanza e solidarietà – e rievocazioni storiche a cura del Circolo Culturale Namastè; concerto spettacolo e animazione sportiva a cura dell’ASB Sportland in Piazza Toscano Mandatoriccio, musica popolare a cura del Divino Club in Via Toscano Mandatoriccio e infine in Piazza Duomo animazione a cura del gruppo Scout Rossano 1 San Nilo Carlo Perciavalle.

Le degustazioni enogastronomiche saranno in piazza Grottaferrata, Area Traforo, Piazza Steri, Piazza Martucci, Via Labonia, Piazza Toscano Mandatoriccio, Via Toscano Mandatoriccio, Piazzetta De Rosis, San Domenico, Piazza Amantea nei pressi dell’oratorio di San Marco, Piazza Duomo, Piazzetta Commercio.

Dalle 20,30 in poi sono previste visite guidate nel Centro Storico a cura del Club Trekking Rossano.

Per arrivare nel Centro Storico è stato attivato il servizio navetta gratuito dalle 19 alle 2 del mattino con fermate a Torre Pisani, Viale della Repubblica, Via Nestore Mazzei e Stazione Ferroviaria.

Lascia un commento