Incontro sul tema “Lavoro, giovani e legalità” al seminario vescovile

Nella giornata di ieri presso il Palazzo del Seminario Vescovile si è svolto un partecipato evento sul tema “LAVORO, GIOVANI E LEGALITA’”. Il dibattito è stato coordinato da Angelo Curcio,…

Incontro sul tema “Lavoro, giovani e legalità” al seminario vescovile

Nella giornata di ieri presso il Palazzo del Seminario Vescovile si è svolto un partecipato evento sul tema “LAVORO, GIOVANI E LEGALITA’”. Il dibattito è stato coordinato da Angelo Curcio,…

Nella giornata di ieri presso il Palazzo del Seminario Vescovile si è svolto un partecipato evento sul tema “LAVORO, GIOVANI E LEGALITA’”.

Il dibattito è stato coordinato da Angelo Curcio, referente ANPI Lamezia Terme, il quale ha fatto una breve introduzione e successivamente lasciando i saluti istituzionali al Sindaco Paolo Mascaro e la Consigliera Comunale Aquila Villella. Hanno dato il loro contributo:

Angelo Sposato Segretario Regionale CGIL;

Ercole Giap Parini Direttore DISPES UNICAL;

Don Giacomo Panizza Fondatore Progetto SUD;

Antonio Viscomi Deputato della Repubblica Italiana;

Mario Vallone Presidente Comitato Provinciale ANPI CZ;

Tutti gli ospiti hanno dato un prezioso contributo al dibattito evidenziando le difficoltà di questa terra per i giovani, creando ungiudizio quasi univoco su come si possano risollevare le sorti della Calabria, non solo sul piano occupazionale ma anche sociale.
La creazione di posti di lavoro non deve essere fine a sé stessa e soprattutto non debella la mafia, il quale si è ramificata anche nelle stanze di potere. L’associazionismo e la politica insieme all’ANPI si deve fare carico di queste problematiche, sensibilizzando i più giovani in una società più giusta, che si concentri con valori forti e sani.

Inoltre l’evento è anche un impulso della prossima sezione ANPI Lamezia Terme, con un percorso iniziato un anno fa e che si concluderà con l’avvio della costituzione e gli organismi disezione. Un cammino fatto di eventi e iniziative partecipate,grazie al contributo di ragazzi e ragazze che credono nell’anti fascismo, con la preziosa presenza di Rocco Mangiardi.