Lamezia, “Piccoli chef”, oggi nella parrocchia San Francesco di Paola i bambini proveranno a stabilire il record della “Pignolata più lunga del mondo”

Oggi pomeriggio nella Parrocchia di San Francesco di Paola i bambini si cimenteranno in una simpatica impresa: stabilire il record della “Pignolata più lunga del mondo”. Prepareranno il tipico dolce natalizio ma prima entreranno a contatto con il miele e chi lo produce (le api).

Il terzo laboratorio di “PICCOLI CHEF” mira a far acquisire a ciascun partecipante la conoscenza di uno degli ingredienti più importanti della vita: lo spirito di squadra.

Attraverso la collaborazione, il saper stare insieme in un’ottica di rispetto reciproco indipendentemente dalle proprie caratteristiche distintive, il condividere spazi, tempi e materiali, si lavorerà per raggiungere inseme l’obiettivo comune prefissato: IL GUINNES WORLDS RECORD della PIGNOLATA PIU’ LUNGA DEL MONDO.

Per raggiungere tale obiettivo, è importante che il leader sappia sviluppare IL SENSO DEL NOI, una condizione fondamentale del nostro essere che va stimolata in un’applicazione pratica per migliorare la conoscenza di sè e delle proprie abilità, esplicite o sopite.

Il progetto ideato dalla Comunità dei Padri Minimi della Parrocchia di San Francesco di Paola in collaborazione con i volontari dell’Accademia delle Tradizioni Popolari Calabresi ed il Team CHS, costituisce una serie di laboratori di cucina per bambini. In cucina i bambini sviluppano la curiosità, la manualità e la creatività, scoprono gli alimenti ed entrano in confidenza con il cibo attraverso i 5 sensi in modo pratico, spontaneo e divertente. La cucina è un’attività di enorme valore educativo, culturale e affettivo. L’obiettivo principale del laboratorio è quello di far riflettere i bambini sul tema della corretta e sana alimentazione e offrire loro lo spunto per aprirsi alla scoperta del cibo attraverso la manipolazione degli alimenti. Aiuterà anche a conoscere i cibi legati alle tradizioni del territorio.
Attraverso momenti condivisi di spensieratezza e allegria i bambini prenderanno confidenza in un primo momento con gli organizzatori dei laboratori e successivamente con le materie prime necessarie ad alcune delle preparazioni, saranno incuriositi dalla loro storia, presteranno attenzione alle differenze di colore, odore, consistenza e ne seguiranno, prendendone parte, tutte le fasi di trasformazione. Le attività di cucina sono proposte ai bambini in maniera divertente ma anche seria e responsabile: i bambini che hanno la possibilità di toccare, sperimentare e osservare gli attrezzi con cui si cucina imparano a capirne i rischi, a muoversi con attenzione e l’esperienza li aiuta a essere più responsabili.