Firmato protocollo tra Regione Calabria e Comando militare di Catanzaro

Img 2924

È stato firmato oggi, nella sede della caserma “Pepe Bettoja” del Comando militare di Catanzaro, il protocollo d’intesa per l’attuazione del progetto “sbocchi occupazionali per il sostegno all’occupazione dei volontari congedati senza demerito”.

L’intesa è stata sottoscritta, per la Regione Calabria, dall’assessore alle politiche attive e alla formazione professionale, Giovanni Calabrese, per il Ministero della Difesa – Comando militare Esercito Calabria, dal Colonnello Giovambattista Frisone.

Presenti all’iniziativa i dirigente generali della Regione Calabria Roberto Cosentino, del Dipartimento welfare e lavoro, Marina Petrolo, del Dipartimento risorse umane, e la dirigente di settore Roberta Cardamone.

Il protocollo, già siglato anche negli anni precedenti, dà l’opportunità di creare percorsi di reinserimento lavorativo e misure di prevenzione alla disoccupazione, quale supporto alla ricollocazione professionale dei militari volontari congedati.

“Siamo soddisfatti – afferma l’assessore Calabrese – per aver confermato un protocollo che negli anni ha dato importanti risultati. Pertanto, l’intento della Regione è quello di mantenere questa sinergia con il Comando militare per incentivare percorsi di formazione professionale ed opportunità lavorative per soggetti che hanno intrapreso un percorso importante, sempre a servizio del nostro Paese”.

La Regione, con il Dipartimento lavoro e welfare, e il Comando militare Esercito Calabria hanno rappresentato il comune interesse di creare “una stretta cooperazione per la realizzazione della strategia occupazionale dei militari volontari, congedati senza demerito”, che svolgono il proprio servizio nell’ambito della Regione Calabria.

Le modalità si stabiliranno attraverso una convenzione operativa. Un accordo in linea con le direttive del Ministro della Difesa, che stipula convenzioni con associazioni di imprese private al fine di favorire il collocamento preferenziale sul mercato del lavoro del personale eccedente le esigenze delle Forze armate; definisce anche un programma di iniziative in materia di formazione professionale e di collocamento nel mercato del lavoro dei volontari in ferma breve e in ferma prefissata congedati.

La Regione Calabria con il progetto “Sbocchi occupazionali”, nell’ambito delle risorse nazionali ed europee delle politiche attive del lavoro, si impegna a promuovere ogni possibile iniziativa diretta ad agevolare l’inserimento lavorativo dei volontari congedandi, e nello specifico, come si evince nel protocollo siglato, il Dipartimento regionale lavoro e welfare si interesserà a elaborare strategie formative professionali ed occupazionali con il coinvolgimento dei Centri per l’impiego, al fine di sviluppare un quadro sinergico delle opportunità locali a favore dei militari volontari prossimi al congedo.