‘Ndrangheta, operazione “All in 2”, eseguite cinque ordinanze custodia cautelare in carcere

REGGIO CALABRIA – I carabinieri di Reggio Calabria hanno eseguito cinque ordinanza di custodia cautelare in carcere notificandole ad altrettante persone già detenute. L’accusa contestata alle cinque persone coinvolte nell’operazione,…

‘Ndrangheta, operazione “All in 2”, eseguite cinque ordinanze custodia cautelare in carcere

REGGIO CALABRIA – I carabinieri di Reggio Calabria hanno eseguito cinque ordinanza di custodia cautelare in carcere notificandole ad altrettante persone già detenute. L’accusa contestata alle cinque persone coinvolte nell’operazione,…

REGGIO CALABRIA – I carabinieri di Reggio Calabria hanno eseguito cinque ordinanza di custodia cautelare in carcere notificandole ad altrettante persone già detenute.

L’accusa contestata alle cinque persone coinvolte nell’operazione, denominata “All in 2”, è associazione per delinquere di tipo mafioso.

I provvedimenti restrittivi sono stati emessi dal Gip di Reggio Calabria, Antonino Foti, su richiesta del Procuratore distrettuale, Giovanni Bombardieri, dell’aggiunto Giuseppe Lombardo e del sostituto procuratore Sara Amerio.
L’operazione di oggi rappresenta l’esito di un approfondimento investigativo effettuato dai militari del Nucleo investigativo di Reggio Calabria sull’omicidio di Giuseppe Canale. Le cinque persone a carico delle quali sono state emesse le nuove ordinanze di custodia cautelare in carcere sarebbero legate, secondo quanto è emerso dalle indagini, alle cosche di ‘ndrangheta Condello e Rugolino, oltre che al “locale” di Oppido Mamertina.