Fine riprese per “Il Primo Giorno”, cortometraggio di diploma della Scuola di Recitazione della Calabria

Come ogni anno, a degna conclusione del piano didattico triennale della SRC, gli allievi della Scuola si sono messi alla prova per sperimentare sul campo l’importante bagaglio acquisito, grazie a…

Fine riprese per “Il Primo Giorno”, cortometraggio di diploma della Scuola di Recitazione della Calabria

Come ogni anno, a degna conclusione del piano didattico triennale della SRC, gli allievi della Scuola si sono messi alla prova per sperimentare sul campo l’importante bagaglio acquisito, grazie a…

2 min, 24 sec

Come ogni anno, a degna conclusione del piano didattico triennale della SRC, gli allievi della Scuola si sono messi alla prova per sperimentare sul campo l’importante bagaglio acquisito, grazie a una formazione attoriale completa.

Per Il Primo Giorno, produzione ufficiale della Scuola di Recitazione della Calabria, a dirigere e a scrivere il film, Salvatore Romano, noto Regista di “Un posto al Sole”, nonché Docente della Scuola. Protagonisti, i sei ragazzi della MasterClass del III anno: Arcangelo Deleo, Elisabetta Licastro, Ilaria Nucera, Tonio Sibio, Federica Sottile, Cecilia Versace; a impreziosire il cast, l’omaggio di Giorgio Colangeli, David di Donatello e Nastro d’Argento italiano, nonché Coordinatore Didattico della SRC.

Alla Direzione della fotografia, Elio Bisignani, maestro con alle spalle importanti esperienze professionali. Operatore coadiuvante, il giovane Saverio Mauro; assistente di produzione, Eurema Pentimalli; al trucco e parrucco Nadia Mastroieni e Graziella Citroni; mentre Nic Dardano e Porzia De Crea, alla scenografia.

Si è girato a Cittanova, domenica 14 e lunedì 15 febbraio, presso la splendida location dell’Uliveto Principessa, tra gli interni e gli esterni della struttura, in mezzo a un incantevole scenario tra immensi ulivi e verde sconfinato. L’intera troupe è stata formata da esponenti della Scuola, e tutti gli allievi si sono adoperati con dedizione per realizzare questo progetto. Le riprese sono iniziate in piena sicurezza, soltanto dopo aver effettuato i tamponi, come la normativa prevede. Il lavoro concluso sarà presentato ai maggiori festival nazionali, così come è stato fatto già per gli scorsi anni.

È stata un’esperienza straordinaria per i ragazzi che, con questo corto, hanno affrontato una tematica delicata: le vicende di una famiglia che cerca di sopravvivere alla malattia di un uomo malato di Alzheimer; un papà che lotta contro questo buio che annienta, contro la sua memoria che lo abbandona, al punto da non fargli riconoscere i propri figli.

Un tassello importante per il cinema locale che, grazie alla SRC, ogni anno fa vivere nuove emozioni.

Il Direttore e Fondatore della Scuola, Walter Cordopatri, commosso e soddisfatto del lavoro riuscito, si rivolge a tutti con un ringraziamento onnicomprensivo: “Ringrazio di cuore tutti coloro che hanno preso parte a questo nuovo lavoro: il titolare della struttura, Adriano Raso, che si è speso senza riserve per il progetto, offrendo tutti i confort necessari per girare al meglio; Salvatore Romano che anche quest’anno ha diretto egregiamente il cortometraggio; il maestro Giorgio Colangeli, che per me è ormai molto più di un collega e amico, una persona che ha sposato il progetto della Scuola con lo stesso amore incondizionato di un padre; tutti gli allievi che vi hanno contribuito, in particolare Sergio Nicolaci e Giovanni Martino.” Non manca un immenso in bocca al lupo, da parte del Direttore, ai ragazzi che tra poco si diplomeranno: “È un’emozione unica vederli all’opera nel loro primo lavoro ufficiale. Che possa essere il primo di una lunga serie.”