Sclerosi Multipla, quali sono le novità nel campo della ricerca scientifica? Se ne parla in un convegno a Soverato sabato 2 aprile

Quali sono le novità nel campo della ricerca scientifica? E quali invece le prospettive terapeutiche volte a migliorare l’approccio quotidiano di chi soffre e convive ogni giorno con la sclerosi…

Sclerosi Multipla, quali sono le novità nel campo della ricerca scientifica? Se ne parla in un convegno a Soverato sabato 2 aprile

1 min, 24 sec

Quali sono le novità nel campo della ricerca scientifica? E quali invece le prospettive terapeutiche volte a migliorare l’approccio quotidiano di chi soffre e convive ogni giorno con la sclerosi multipla?
Sono queste alcune delle domande verso le quali si tenterà di dare una risposta nel prossimo e interessante convegno organizzato da AISM (Associazione Italiana Sclerosi Mutlipla), che si terrà nella bella cornice di Soverato il prossimo
2 aprile.
La ricerca innovativa di base e applicata, finalizzata al miglioramento della qualità della vita e delle terapie e, nel lungo termine, all’individuazione di una cura risolutiva per la sclerosi multipla, è uno degli obbiettivi che da sempre Aism
si pone, al fianco della sua fondazione Fism. È questa la proposta imprescindibile per la realizzazione di un sistema che sia in grado di produrre risultati concreti per le persone con sclerosi multipla e terapie sempre più efficaci, garantendo un sistema strutturato di ricerca in grado di valorizzare le eccellenze e convogliare in un disegno unitario, nazionale e internazionale, talenti, risorse e progettualità.
Un altro aspetto importante è quello legato alla riabilitazione, che mira a massimizzare l’autonomia del paziente attraverso la stabilizzazione della funzione, la riduzione della disabilità e la prevenzione di complicanze secondarie,
attraverso un processo educativo che incoraggia l’indipendenza dell’individuo.
«Siamo molto contenti di riprendere le attività in presenza – queste le parole di Angela Gaetano, Presidente Aism Catanzaro – e di poter tornare a dibattere in un confronto pubblico, dopo la lunga pausa dovuta all’emergenza pandemica che, nonostante tutto, non ha mai messo un freno alle innumerevoli iniziative che abbiamo messo in atto. L’occasione del convegno – ha aggiunto Gaetano – sarà utile per parlare dei numeri legati alla sclerosi multipla nel territorio».