Festival teatro ragazzi “Città in festa”. Spettacoli a Lamezia e San Pietro Maida

Si tratta del festival teatro per ragazzi “Città in festa” che registra l’adesione di decine di Comuni in tutta Italia e centinaia di spettacoli in cartellone.

Festival teatro ragazzi “Città in festa”. Spettacoli a Lamezia e San Pietro Maida

Si tratta del festival teatro per ragazzi “Città in festa” che registra l’adesione di decine di Comuni in tutta Italia e centinaia di spettacoli in cartellone.

La compagnia Teatrop che vanta la direzione artistica di Pierpaolo Bonaccurso di nuovo in scena come promotrice di una interessante rassegna teatrale. Si tratta del festival teatro per ragazzi “Città in festa” che registra l’adesione di decine di Comuni in tutta Italia e centinaia di spettacoli in cartellone. Non solo rappresentazioni ma anche laboratori, mostre e tanti eventi collaterali che arricchiscono i vari programmi di ogni territorio. “Città in festa” è “un grande happening per la gioventù italiana con una direzione artistica plurale, aperta alle novità che arrivano dalle tante realtà artistiche della penisola, attenta alle novità proposte da e per le giovani generazioni”.

Festival teatro ragazzi/Capitolo Marameo per Lamezia e San Pietro Maida

Si parte domani, 28 maggio alle 21, con “Il grande spettacolo della fine del mondo” di e con Teathre en vol, al Birrificio Lametus di via Giustino Fortunato a Lamezia Terme. Gli attori spiegano che “la performance affronta in maniera tragicomica, ironica e grottesca il tema del cambiamento climatico. Molto originale l’interpretazione del conflitto tra chi passa in questo mondo con pesantezza e noncuranza e chi lo celebra e lo cura come madre terra, lasciando ampio spazio alle tante sfumature intermedie del genere umano”.

La storia del principe ranocchio

La rassegna prosegue a ritmo spedito il 29 maggio alle 17 nel dehors del Civico Trame, sempre a Lamezia, con la cartastoria de “La storia del principe ranocchio” di Teatrop. Si tratta di un laboratorio – spettacolo per raccontare storie con forbici e carta. Gli spettatori sotto la guida di un animatore saranno i protagonisti del viaggio e racconteranno la fantastica storia del principe che viene trasformato in ranocchio. Il fil rouge sarà lo schema delle fiabe, la narrazione prenderà corpo e forma con carta e forbici. “Il racconto – spiega il direttore artistico – diventa un pretesto per trasformare la carta, creare scenografie e personaggi e per animare il racconto”.

Electro Tumbao

Il 30 maggio all’Enjoy Lounge Bar di San Pietro Maida, nell’hinterland lametino, la scena è tutta per il duo Electro Tumbao formato dalla cantante cubana Anabel Rodriguez Roche e dal producer/bassista Stefano Casti. Uno spettacolo prodotto dall’associazione culturale Palazzo d’Inverno. La performance vede l’eclettica commistione tra la tradizione musicale dell’isola caraibica con la cultura hip hop. Un caleidoscopio di influenze musicali tra le più diverse che unisce i beat tipici dei rappers e le percussioni con le drum machines.  Electro Tumbao propone dunque i classici della musica cubana con il funk/jazz e l’elettronica, la discomusic anni Settanta con le percussioni latine, tra strumenti reali e live electronics.

Teatrop è reduce da una stagione esaltante e molto positiva grazie ad una serie di spettacoli proposti in tutta Italia nei mesi scorsi. Un successo dopo l’altro che consacra la storia di una compagnia nata in Calabria quasi mezzo secolo fa grazie all’intraprendenza di Piero Bonaccurso e di un gruppo di giovani pionieri del teatro d’avanguardia. Teatrop oggi è fra le prime imprese di produzione teatrale riconosciuta dal ministero della Cultura e dalla Regione Calabria. Da rimarcare, inoltre, che Pierpaolo Bonaccurso è anche referente regionale di Fed.it.art. (Federazione italiana artisti), in quanto rappresenta le istanze delle compagnie di danza musica e spettacolo a livello istituzionale.