A Conflenti convegno su bullismo e cyberbullismo

Si è trattato dell’atto conclusivo di una campagna di sensibilizzazione sulle tematiche del bullismo e del cyberbullismo che ha visto impegnati i volontari dell’Associazione “Una Voce Tante voci” ed il Centro Studi Futura.

A Conflenti convegno su bullismo e cyberbullismo

Si è trattato dell’atto conclusivo di una campagna di sensibilizzazione sulle tematiche del bullismo e del cyberbullismo che ha visto impegnati i volontari dell’Associazione “Una Voce Tante voci” ed il Centro Studi Futura.

Venerdì 27 maggio, alle ore 17.30, in Piazza Pontano a Conflenti, organizzato dall’Associazione “Una Voce Tante voci”, in collaborazione con il Centro Studi Futura, si è svolto un convegno riguardante il bullismo e del cyberbullismo in età giovanile, in particolare nell’età della frequenza della scuola del primo ciclo.

Moderati dalla psicologa Marika Gallo, volontaria del servizio civile universale, hanno partecipato al dibattito: Santina Ieradi, sociologa; Manuela Maletta, Dirigente Scolastica dell’I.C. di Martirano; Don Adamo Castagnaro rettore della Basilica della Madonna della Quercia di Visora; Carmelo Cortellaro Direttore Generale del Centro Studi Futura e Francesca Pagliaro, insegnante di religione e componente del direttivo di “Una Voce Tante Voci”.

Il convegno, al quale hanno partecipato insegnanti, genitori e figli, è stato l’atto conclusivo di una campagna di sensibilizzazione sulle tematiche del bullismo e del cyberbullismo che ha visto impegnati i volontari dell’Associazione “Una Voce Tante voci” ed il Centro Studi Futura, coordinati dalla psicologia Marika Gallo, nei diversi plessi della scuola primaria e secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo “Don Lorenzo Milani”.

A volere affrontare il problema del bullismo e del cyberbullismo nell’I.C. comprensivo di Martirano, il Presidente dell’Associazione “Una Voce Tante voci”, Alfredo Santorelli, facente parte del Consiglio di Istituto della Scuola, e le due dirigenti Laura e Sara Carosio che hanno sottolineato “la forte valenza formativa ed educativa degli alunni, in una fascia di età particolarmente importante per una proficua crescita civica e sociale dei futuri cittadini”

Diversi gli interventi dei genitori presenti che hanno chiesto agli esperti come riconoscere situazioni di bullismo e come affrontarle.

A rappresentare l’amministrazione comunale il vicesindaco Federico Gallo.