Ancora premi e riconoscimenti per il Liceo Musicale “Campanella”

Il Liceo “T. Campanella”, nonostante la scuola abbia siglato la fine delle attività didattiche, continua a celebrare i risultati delle molteplici attività sostenute durante l’intero anno scolastico. Il Liceo Musicale,…

Ancora premi e riconoscimenti per il Liceo Musicale “Campanella”

Il Liceo “T. Campanella”, nonostante la scuola abbia siglato la fine delle attività didattiche, continua a celebrare i risultati delle molteplici attività sostenute durante l’intero anno scolastico. Il Liceo Musicale,…

Il Liceo “T. Campanella”, nonostante la scuola abbia siglato la fine delle attività didattiche, continua a celebrare i risultati delle molteplici attività sostenute durante l’intero anno scolastico.

Il Liceo Musicale, infatti, nel bilancio di fine anno inserisce altri premi; a conclusione della IX Edizione del Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale “Al chiaro di Luna”, l’altissimo livello di preparazione dei partecipanti – così definito dagli organizzatori – è stato premiato con l’attribuzione del Primo Premio a CenivivaEmanuele, della 5° A il quale, seguito dalla docente Stefania Gualtieri, si è distinto nella Categoria Pianoforte.

Importante anche l’evento tenutosi venerdì 10 giugno presso l’Auditorium del “Campanella” che ha visto la partecipazione della classe di sassofono seguita dal docente Pietro Riga. Fiftyphone sax project, promosso dal Conservatorio Tchaikovsky, è un progetto che mira alla valorizzazione dei giovani talenti e alla creazione di una filiera di continuità tra le Scuole Medie ad indirizzo musicale, i Licei e i Conservatori.

Grande partecipazione e grande entusiasmo nel pubblico che ha apprezzato notevolmente le esibizioni dei giovani talenti. Insieme ai “musicisti del liceo “Campanella” lametino si sono esibiti gli studenti dell’Istituto comprensivo di Maida con il docente Marco Suraci, il Liceo Musicale “Tommaso Campanella” di Belvedere marittimo con il docente Luigi Carpino e il Liceo Musicale “Lucrezia della Valle” di Cosenza.

“L’iniziativa – afferma la Dirigente scolastica Susanna Mustari – rientra in un percorso formativo che il nostro Liceo porta avanti da circa 10 anni. Lo zelo degli insegnanti, tutti musicisti il cui impegno professionale è ben noto, nel valorizzare le attitudini dei nostri allievi, è veramente lodevole. Vivere la competizione e il confronto aiuta a rafforzare la propria vocazione ed ad essere sempre più consapevoli delle proprie attitudini”.