Lamezia, si chiude il “Festival della Scienza” al Liceo Galilei con lo scrittore Giuseppe Lupo

Un bell’evento quello che chiude la settima edizione del Festival della scienza al Liceo Galilei, ospite lo scrittore pluripremiato Giuseppe Lupo, che ha presentato ad alcuni studenti di terze e quarte classi, l’ultima sua opera dal titolo “Tabacco clan”: la storia di un gruppo di amici degli anni universitari, che si ritrova dopo diverso tempo, a ricordare la tenerezza e la goliardia delle esperienze di vita, vissute in un momento storico particolare.

L’incontro con l’autore è stato aperto dai saluti della Dirigente, prof.ssa Teresa Goffredo, che, nell’avviare i lavori, ha definito il gradito ospite come un “grande amico del Liceo Galilei”. E questo è il terzo libro che lo scrittore presenta agli studenti, e non può non essere felice di come ogni incontro coinvolga e appassioni gli studenti, avvicinandoli alla lettura. Diversi i passi scelti del libro e letti da un uditorio particolarmente attento, alcuni toccanti, altri divertenti.

Tante le domande poste dai ragazzi, alle quali lo scrittore ha risposto facendoli riflettere sul senso dell’amicizia, dell’amore, e su quella dimensione umana e affettiva che caratterizza l’esistenza. Forte è stato anche il messaggio di Lupo nell’affermare che la vita racchiude un messaggio non sempre chiaro, a cui neanche la scienza può dare quelle risposte che l’uomo si aspetta. L’incontro è stato coordinato dalla prof.ssa Miriam Rocca che ha sottolineato la capacità dello scrittore di raccontare la memoria storica attraverso la “nostalgia del ricordo” dei suoi personaggi. L’evento si è poi concluso con la consegna da parte della Dirigente e della prof.ssa Monica Pascuzzi al prof.Lupo, di alcuni omaggi raffiguranti il liceo.