Molestie sessuali nei confronti delle alunne, ai domiciliari professore di Trebisacce

L’insegnante è ritenuto gravemente indiziato di una serie di episodi di molestie sessuali posti in essere, dal 2018 ad oggi, nei confronti di giovani studentesse, tutte minorenni all’epoca dei fatti.

Molestie sessuali nei confronti delle alunne, ai domiciliari professore di Trebisacce

L’insegnante è ritenuto gravemente indiziato di una serie di episodi di molestie sessuali posti in essere, dal 2018 ad oggi, nei confronti di giovani studentesse, tutte minorenni all’epoca dei fatti.

Oggi si è proceduto all’esecuzione della misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di un docente di un istituto professionale di Trebisacce. L’insegnante è ritenuto gravemente indiziato di una serie di episodi di molestie sessuali posti in essere, dal 2018 ad oggi, nei confronti di giovani studentesse, tutte minorenni all’epoca dei fatti.

L’attività nasce da diverse segnalazioni, circa i comportamenti ambigui del professore, effettuate da alcune alunne al dirigente scolastico dell’istituto. Quest’ultimo, dopo aver raccolto le dichiarazioni, ha inviato alla Procura di Castrovillari un’articolata denuncia sui fatti emersi. Quindi l’immediata iscrizione della notizia di reato.

L’indagine successiva si è articolata, essenzialmente, sull’assunzione delle testimonianze di numerose studentesse le quali, tutte, fornivano una versione concordante sui consueti illeciti, atteggiamenti che l’insegnante avrebbe assunto nei loro confronti, spesso anche durante l’orario di lezione, e in ogni caso, sempre all’interno della scuola.

All’esito delle informazioni, assunte direttamente dal magistrato della Procura della Repubblica di Castrovillari, il giudice ha condiviso la valutazione dell’ufficio inquirente circa la sussistenza di un quadro di gravità indiziaria. Tale quadro sarà sottoposto alle verifiche che saranno imposte dalla versione che l’indagato fornirà al giudice e al pubblico ministero e che sarà oggetto, nel rispetto della fase attuale del procedimento e della presunzione di innocenza, ad un’altrettanta rigorosa valutazione.