Maltrattamenti in famiglia nel catanzarese, due arresti

Nell’ambito delle indagini svolte dai carabinieri della Stazione di Davoli a carico di un 57enne di Davoli, indagato per maltrattamenti in famiglia e lesioni nei confronti della convivente, la Procura ha richiesto ed ottenuto la misura cautelare del carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Catanzaro ed eseguita dai carabinieri.

Le indagini hanno fatto luce su un contesto familiare corroso dalla violenza, situazione che andava avanti da almeno aprile 2022. Nei mesi si sarebbero susseguiti diversi episodi di violenza verbale e psicologica, degenerati nell’aggressione fisica del 29 novembre scorso, quando in occasione di una banale lite, la donna è stata scaraventata sul divano e schiaffeggiata brutalmente dal compagno.

A Badolato, un 49enne del posto è stato tratto in arresto dai militari della locale Stazione Carabinieri in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, per il reato di maltrattamenti in famiglia ai danni della coniuge convivente, emessa dal Tribunale di Catanzaro, a seguito della richiesta della Procura. L’uomo già sottoposto alla misura del divieto di avvicinamento alla persona offesa per lo stesso reato, ha commesso molteplici violazioni delle prescrizioni disposte dal provvedimento cautelare, con plurimi atti di avvicinamento alla donna, alle aree della medesima abitualmente frequentate, nonché tentativi di contatto telefonico, come riepilogato dai carabinieri, tutti commessi nell’arco temporale dei mesi di luglio, settembre e ottobre.

Entrambi i soggetti, al termine delle formalità procedurali, sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Catanzaro – Siano.

I relativi procedimenti pendono nella fase delle indagini preliminari.