Vittoria meritata ma molto sofferta per l’Ecosistem

3 min, 12 sec

Tutto secondo copione al Palasparti, almeno per quanto riguarda i punti in palio messi in cascina dalla formazione orange, che si era presentata a questa gara priva di tre elementi importanti.

Vittoria meritata ma molto sofferta per l’Ecosistem che, come nella gara di andata sembrava non trovare la via della rete nonostante le tante occasioni.  La porta di Fiumara sembrava stregata ma alla fine ha dovuto capitolare ed il successo degli orange è più che meritato ed anzi troppo stretto per le occasioni avute.

Mister Carrozza assenti capitan Morelli, Scervino e Montesanti opta per il solito Sperlì in porta con D’Agostino, Mantuano, De Masi e Pereira di movimento. Dall’altra parte il Messina si schiera con Bucca, Costanzo, Boccaccio e Consolo di movimento con Fiumara tra i pali.

Ecosistem subito d’assalto ed occasioni che fioccano ma la palla non ne vuole sapere di entrare, così registriamo anche due gol fantasma su cui i lametini esultano ma, Fiumara, è lesto a ricacciare fuori il pallone dalla porta ed i due arbitri non si avvedono della marcatura. Sembra il remake della gara di andata; tante occasioni ma niente gol, anche li due gol non gol non concessi. Ci pensa il giovanissimo Giampà (cl. ‘01) a sbloccare la situazione. Appena entrato in campo va a pressare Fallico davanti alla porta, gli ruba il tempo e tocca il pallone quel tanto che basta per spingerlo in rete cogliendo di sorpresa anche l’estremo ospite.

Con la rete di vantaggio gli orange sembrano più convinti e continuano a creare occasioni; in una Pereira scavalca il portiere con un sombrero ma sulla linea arriva Bruno che libera con un braccio. Anche qui gli arbitri non si accorgono del fallo nonostante il braccio largo del giocatore ospite.

Il Messina tenta comunque le sue sortite ed in una di queste colpisce anche la traversa; ma è troppo poco rispetto a quanto costruito dagli orange. Così si va al riposo con un solo gol di vantaggio per l’Ecosistem.

Nella ripresa la squadra del presidente Manfredi cerca di forzare i tempi e trova il gol dopo poco più di 2 minuti. De Masi serve Mantuano in posizione di pivot, palla di ritorno e gran botta a fulminare l’estremo ospite che nulla può.

I peloritani cercano di rispondere ma non trovano la via del gol. Dall’altra parte D’Agostino colpisce la traversa. A quasi metà del tempo la Pgs Luce accorcia le distanze con Consolo bravo ad incrociare al volo un bel tiro dalla sinistra.

L’Ecosistem però non ci sta ed in poco tempo riallunga.  Deodato apre a sinistra per gli accorrenti Caffarelli e De Masi con quest’ultimo che batte di prima intenzione sull’uscita del portiere che smorza il tiro su cui si avventa Gigi Gatto per ribadire in rete quasi sulla linea. Primo gol stagionale per lui e grandi festeggiamenti per il difensore alla sua prima stagione nel futsal.

Nel finale gli ospiti ci provano con il quinto di movimento. La difesa lametina chiude bene e concede un solo tiro a 12” dal termine. Bruno ci prova dalla distanza con palla indirizzata sul palo opposto dove è piazzato Fiumara, Mastellone, subentrato a Sperlì, ci mette il piede smorza la conclusione ma la palla carambola in rete. Non c’è più tempo e la gara si chiude con il minimo scarto per la Pantera orange.

ECOSISTEM LAMEZIASOCCER – PGS LUCE ME  3-2
Marcatori: 1t 06’53” Giampà 2t 02’28” De Masi 09’01” Consolo 11’30” Gatto 19’48” Bruno
ECOSISTEM LAMEZIA: Sperlì, Deodato, Caffarelli, De Masi, Gatto, Mastellone, Mantuano, Giampà, Pereira, D’Agostino, Brandonisio. Allenatore: Bebo Carrozza
PGS LUCE ME: Fiumara, Cardile, Fallico, Bucca, Costanzo, Smedile, Boccaccio, Bruno, Trovato, Consolo, Raffa, Coppolino. Allenatore:  Cardaciotto
ARBITRI: Liberato Schettino e Rosario Angelo Faiella di Castellammare di Stabia.
Cronometrista: Rosy Sansostri di Paola.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %