Domenica al Palasparti contro l’Angri il Basketball Lamezia cerca la vittoria

Ritorno alla vittoria cercasi per il Basketball Lamezia, dopo 4 sconfitte consecutive, con questa domenica alle 18 atteso l’Angri Pallacanestro al Palasparti.
Nell’ultima gara in casa della capolista Salerno le fenici gialloblu hanno tenuto testa agli avversari, dopo aver perso solo sul suono della sirena in precedenza contro Rende nel turno infrasettimanale casalingo, dimostrando di voler rimanere ancora in scia delle prime sei della classe.
Dopo la rottura del crociato subita a gennaio, stagione che sa di rivalsa per Luca Molinario, con l’atleta piemontese ad analizzare il periodo negativo gialloblu: «veniamo da 4 sconfitte maturate in modo diverso. Contro Potenza nei primi 2 quarti e nell’ultimo abbiamo fatto vedere buone cose, ed anche contro Salerno abbiamo giocato una signora partita perdendo di fatto solo nell’ultimo minuto. In mezzo abbiamo fatto brutte prestazioni come a Marigliano o subito la partita particolare come quella contro Rende, che si è confermata squadra complicata da affrontare».
Il numero 6 traccia così anche cosa si aspetta dalla gara di domenica: «approcceremo la partita subito molto forte, per mettere in difficoltà gli avversari specie sotto canestro. Se riusciremo a mettere la giusta energia da subito potremmo mettere in discesa la gara, non rompere invece subito l’equilibrio potrebbe favorire loro che giocano molto sull’aspetto delle energie. In allenamento stiamo lavorando di più sulle spaziature da tenere in attacco, senza dimenticare la fase difensiva, perché da una buona difesa nasce un migliore attacco».
La ricetta per invertire la rotta rimane quella così di lavorare tanto in palestra: «stiamo mettendo più intensità negli allenamenti, anche se abbiamo registrato delle defezioni nel roster nelle uscite ultime, dobbiamo dimostrare subito contro Angri di potercela giocare contro squadre che puntano ad arrivare nelle prime 6 in classifica. Credo che Salerno sia la compagine più pronta e preparata, hanno il lungo più forte del campionato e più giocatori con punti nelle mani, le altre se la giocano tutte con noi se troveremo il giusto equilibrio. Altra compagine in ascesa è Caserta che sta trovando un proprio equilibrio, emergendo nel reparto lunghi. Ci sono tante squadre che hanno cambiato molti giocatori, noi in primis, e dopo i primi mesi di assestamento stiamo trovando un nostro equilibrio».
Lamezia che è ancora a secco di vittorie fuori casa, discriminante che si sta confermando in questo avvio di stagione come fattore peculiare, come ammette Molinario: «vincere fuori casa si sta confermando molto difficile, troviamo campi molto caldi perché ci sono strutture, anche più piccole rispetto alla nostra, in cui il pubblico di casa si fa molto sentire, ti mette in difficoltà anche nel comunicare in campo o con la panchina».
Dopo la stagione in Campania, prima esperienza in Calabria per il giocatore di Torino, che nell’amarezza per l’avvio complicato sul piano sportivo si rincuora con il fattore climatico: «quando possibile con gli altri ragazzi possiamo anche visitare le altre zone della regione nel tempo libero, il clima più mite rispetto al Piemonte aiuta anche».

Annuncio pubblicitario