DeGustando, oltre 50 eccellenze calabresi al Castello Svevo di Cosenza

2 min, 30 sec

Dall’arte alle università. Dalle associazioni all’imprenditoria. Dalle istituzioni ed al mondo cattolico. Tutti insieme con un comune denominatore: unirsi e promuovere le cose belle di Calabria. Questa la sintesi della seconda edizione del “Degustando”, realizzata nell’ambito del “Pac Calabria 2014/2020 Az.1- Tip annualità 2019”. Un successo in termini di partecipazione e coinvolgimento di chi crede nelle qualità dei prodotti e nelle eccellenze della nostra terra. Tre giorni all’insegna della condivisione, degli scambi tra partners e delle degustazioni, intervallata da momenti pubblici di discussione. Su quel che va migliorato e su quel che, invero, la Calabria corre veloce e bene”, ha affermato Corrado Rossi, fondatore della Maccaroni Chef Academy e direttore artistico della rassegna.
Tantissimi gli ospiti: Luigia Granata, Gerardo Sacco, Vittorio Caminiti “Accademia Bergamotto”, Klaus Algieri Camera di Commercio Cosenza, Maria Stefania Sinicropi “Dip. di Farmacia e scienza della Nutrizione” – Unical, Loredana Pastore “Comune di Cosenza”, Francesco Barbalace “Comune di Spilinga”, Pietro Pietramala “Svevo Srl”, Anna Cipparrone “Museo Cosentia Itinera”, Vitaliano Papillo “Gal Terre Vibonesi”, Walter Pellegrini “Pellegrini Editore”, Franco Pellegrini “Fondazione Attilio ed Elena Giuliani”, Giovanni Bilotti “Unione Ciechi ed Ipovedenti”, Emily Amantea “Associazione Italiana Persone Down”, Giovanni Misasi “Biologi senza Frontiere”, Pietro Tarasi “Consorzio Patate Igp della Sila”, Lina Pecora “Ordine degli Agronomi”, Antonio Leonardo Montuoro “Accademia Dieta Mediterranea di Nicotera”, Gianni Guido “Mercato delle Eccellenze”, Francesco Fiamingo “azienda Bellantone” Spilinga, e le associazioni: FederAnziani Calabria, Movimento Pizzaioli Italiani e Zafarana di Tortora. Il gruppo docenti e la preside Sara Giulia Aiello dell’Alberghiero di Cariati, le aziende: Sapori Antichi, Royal Hotel, Colavolpe, TerraeGusto, Biosybaris, Frantoio La Molazza, Panificio di Cuti, Cantina Giraldi, Acroneo Vini, Laboratorio Lucchetta, DuCa Confezioni, Liquorificio 1864, Caffè Aiello, Terre di Camico e Pastificio Forte. Premio dedicato ai “giovani imprenditori” : Tommaso Greco, Vito Senatore e Ivan Muraca. Infine menzioni per il premio “passione” conferito a don Antonio Tarzia, (edizioni San Paolo), Francesco Mannarino (Stampa) Eufemia Cribari, Massimiliano Pellegrino, Anna Infante, Marco Verteramo e Veronica Mirabelli.
Non solo: gli storytelling, poi. Dove ognuno di loro, intervistato da Giovanna Pizzi, ha avuto modo di raccontare esperienze e propositi.
“La kermesse è stata l’occasione per focalizzare incontri e talk sul cibo. Abbiamo pensato alla sostenibilità ambientale, con uno sguardo alle tradizioni e alle innovazioni del mondo del Food in senso ampio e del cibo sostenibile 4.0”, il pensiero del patron Corrado Rossi.
Laboratori di cucina Federiciana, mostre con Luigia Granata, intrattenimenti musicali (con la Julacademy) e wine taste. L’evento, organizzato in modalità innovativa, è stato strumento per la riqualificazione del Castello Normanno Svevo di Cosenza e, al contempo, incontro tra ricerca storica, sperimentazione di nuovi linguaggi e accrescimento di consapevolezza della popolazione calabrese sul proprio patrimonio territoriale e conseguente apporto di affluenza turistica. Gli showcooking “nutrichef”, un mix tra cucina e nutrizione, con lo chef Roberto Spizzirri e la nutrizionista Giovanna Basile, hanno emozionato. Così come i “racconti” su “Cibo, arte e mestieri di una volta”; su “cibo e nutrizioni sostenibili del futuro” e su “salute e smart food 4.0”

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Lascia un commento