Nicola Giampà e Martina Bonfiglio premiati come Maestri d’arte Cinematografica

1 min, 26 sec

È andato a due giovanissimi professionisti del cinema il riconoscimento di Maestri d’arte Cinematografica conferito nei giorni scorsi dalla città di San Pietro a Maida, in collaborazione con la Camera Regionale Arti e Moda Calabria (Unicram), nell’ambito della rassegna “Comunicare l’arte ed il territorio” che ha fatto da contenitore ad diversi eventi ed eterogenei.

Si tratta del regista Nicola Giampà e della produttrice e sceneggiatrice Martina Bonfiglio premiati  dal sindaco Domenico Giampà e dal presidente Unicram Giuseppe Emilio Bruzzese.

Advertisement

I due talenti hanno dato vita a due cortometraggi di spessore entrambi ambientati nel centro catanzarese. Il primo, “Escluso il cane”, scritto e diretto da Giampà, racconta la storia di Alfredo, giovane disoccupato appena tornato nel suo paesino d’origine in occasione del funerale del nonno. Il ritorno nella sua terra dopo tanto tempo non è semplice, il ragazzo è costretto a riallacciare i rapporti con i suoi genitori per chiedere un ultimo piccolo favore.

Il secondo corto è, invece, “Zagara”, di cui è autrice Bonfiglio, girato anche questo nelle vie del paese di San Pietro, e reduce dal  Festival Internazionale del Film Corto “Tulipani di Seta Nera” dove si è aggiudicato il premio come miglior sceneggiatura. La pellicola racconta la storia di Lucia (interpretata da Marianna Castagna), giovane ragazza che lavora in un piccolo cinema di provincia. La notizia del superamento di un concorso potrebbe permetterle di realizzare il suo sogno di sceneggiatrice e di spostarsi in una grande città, ma l’avanzare della malattia del padre affetto da demenza senile mette in discussione le sue priorità e scelte.

Advertisement

Due corti capaci di affrontare tematiche non semplici, che hanno visto, pre covid, il coinvolgimento nel ruolo di figuranti di gran parte del paese.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %