Innovazione e Scuola dell’Infanzia, l’IC Perri-Pitagora e il Progetto eTwinning “STEM BOX”

Le scuole dell’Infanzia Piccolo Principe e Tommaso Fusco dell’ICS Perri-Pitagora di Lamezia Terme hanno aderito al Progetto eTwinning “STEM BOX” con le scuole partner della Grecia, Turchia, Italia e Romania.…

Innovazione e Scuola dell’Infanzia, l’IC Perri-Pitagora e il Progetto eTwinning “STEM BOX”

2 min, 6 sec

Le scuole dell’Infanzia Piccolo Principe e Tommaso Fusco dell’ICS Perri-Pitagora di Lamezia Terme hanno aderito al Progetto eTwinning “STEM BOX” con le scuole partner della Grecia, Turchia, Italia e Romania. L’approccio alla didattica legato alle discipline STEM (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica) ha permesso di comprendere il metodo scientifico attraverso l’osservazione e i processi di ricerca-azione, di sviluppare il pensiero creativo, il pensiero computazionale mediante la pratica del coding, di sviluppare i concetti di condivisione e riutilizzo, di acquisire consapevolezza di sé e delle proprie emozioni…
Attraverso giochi, esperimenti, attività laboratoriali, sono stati realizzati con i bimbi semplici progetti STEM che hanno permesso loro di consolidare rilevanti abilità di vita, sviluppando un primordiale coinvolgimento per questo settore, interesse che – se coltivato – perseguirà per tutta la vita.
L’istruzione STEM si basa su cinque componenti chiave: Integrazione, dimensione pratica della conoscenza, Sviluppo al pensiero, Cooperazione, Amore per l’apprendimento; proprio per queste peculiarità tutto ciò diviene fondamentale già nella scuola dell’Infanzia.

Piuttosto che insegnare le discipline come argomenti indipendenti e isolati, le attività STEM sono articolati in progetti, con un approccio basato sull’indagine e sulla scoperta. La dimensione pratica della conoscenza STEM è un approccio unico che offre applicazioni pratiche della conoscenza. L’educazione STEM si basa sulla risoluzione di problemi complessi e significativi che richiedono la capacità di percepire, analizzare, ipotizzare e verificare previsioni, osservare e raccogliere dati, trarre conclusioni. Favorisce anche lo sviluppo del pensiero creativo. Quando un bambino affronta una sfida o un problema aperto che non ha una risposta chiara e unilaterale, ha la possibilità di esercitare la flessibilità del pensiero. In tali attività, si concede un momento di “libertà”, la creatività, la ricerca di nuove soluzioni per tentativi ed errori. L’educazione STEM promuove il lavoro di squadra e le capacità di comunicazione. I bambini imparano a comunicare, spiegare le proprie idee, condividere diverse prospettive di vedere il problema e negoziare le soluzioni; insieme, motivandosi e sostenendosi a vicenda, riescono a elaborare una soluzione innovativa. Il dono più grande che possiamo fare ai bambini in tenera età è la curiosità cognitiva, l’efficacia e la fiducia in se stessi, la sete di conoscenza e la passione per lo sviluppo. Grazie a tali capacità, i bambini saranno preparati ad affrontare le sfide del mondo moderno.
I bambini e le bambine, grazie a questa esperienza progettuale, hanno conseguito i “Certificate of Excellence in Coding Literacy” e lo “Stem School Label” nell’ambito delle attività didattiche legate alle discipline STEM.