Anas, Associazione “Plastic Free” e alcuni studenti del Liceo Scientifico “Berto” di Vibo impegnati nella raccolta di rifiuti abbandonati sulla Ss 18

Nella giornata di ieri domenica 10 aprile, data nazionale  dedicata alla pulizia di strade ed aree pubbliche, le Squadre  Anas in collaborazione con l’Associazione “Plastic Free” e alcuni studenti del…

Anas, Associazione “Plastic Free” e alcuni studenti del Liceo Scientifico “Berto” di Vibo impegnati nella raccolta di rifiuti abbandonati sulla Ss 18

Nella giornata di ieri domenica 10 aprile, data nazionale  dedicata alla pulizia di strade ed aree pubbliche, le Squadre  Anas in collaborazione con l’Associazione “Plastic Free” e alcuni studenti del…

1 min, 9 sec

Nella giornata di ieri domenica 10 aprile, data nazionale  dedicata alla pulizia di strade ed aree pubbliche, le Squadre  Anas in collaborazione con l’Associazione “Plastic Free” e alcuni studenti del Liceo scientifico Giuseppe Berto, sono stati impegnati nella pulizia di rifiuti abbandonati sulla strada statale 18 ‘Tirrena Inferiore’, a Vibo Valentia.

Un’occasione per porre l’attenzione sul grave fenomeno, particolarmente diffuso sull’intero territorio nazionale, dell’abbandono illegale dei rifiuti  e di plastica sulle strade e in particolare sulle piazzole di emergenza.

Durante la giornata, sulla statale 18 sono stati raccolti 100 chili di vetro, 20 sacchi di indifferenziata e 15 chili di plastica.

La formazione di vere e proprie discariche a cielo aperto rappresentano non solo il degrado per la sede stradale e le aree circostanti, ma anche un serio pericolo per la sicurezza della circolazione veicolare.

Anas da sempre presta attenzione a questo aspetto e provvede alla pulizia delle strade, delle loro pertinenze e arredo nonché delle attrezzature, impianti e servizi attraverso la rimozione di tutti i materiali che possono essere un pericolo per il transito dei veicoli. Allo stesso modo avviene per la presenza di fanghi, sterpaglie e fogliame depositati su strada da piogge alluvionali, per la neve durante la stagione invernale, per il pietrisco disperso da mezzi d’opera in transito, per le polveri che si depositano sulle pellicole retroriflettenti dei segnali stradali rendendoli scarsamente visibili.

 

Lascia un commento