Il Forum Territoriale Terzo Settore Lametino interroga i Comuni Capofila e le Amministrazioni Comunali e promuove l’amministrazione condivisa

Si è tenuta ieri l’Assemblea del Forum Terrritoriale Terzo Settore Lametino presso Sala Sintonia Comunità Progetto Sud in presenza del Sindaco di Soveria Mannelli Michele Chiodo e l’Assessore alle Politiche Sociali Teresa Bambara.

Il Terzo Settore ha chiesto espressamente ai referenti dei due ambiti territoriali (Lamezia e Soveria) lo stato dell’arte relativo ai fondi legati al PNRR, ai fondi strutturali, all’attuazione del Piano Sociale e sulla attuazione dell’ Agenda Urbana. Il Forum ha sottolineato più volte l’importanza di non perdere le opportunità di finanziamento per gli enti pubblici e ha espressamente sollecitato le convocazioni dei tavoli tematici, unico strumento di interlocuzione e confronto costruttivo previsto dai Piani di Zona che è il documento programmatico triennale con il quale i Comuni associati, in intesa con l’Azienda Sanitaria Locale, i Sindacati e il Forum del Terzo Settore definiscono le politiche sociali e socio-sanitarie rivolte alla popolazione dell’ambito territoriale coincidente con il distretto sanitario, tra l’altro quello vigente a prossima scadenza.

L’assessore Bambara ha risposto all’interlocuzione sottolineando come sia in atto anche nella PA un cambiamento culturale frutto anche della stretta collaborazione del Forum del lametino nella costruzione del Piano di zona. Ha inoltre elencato le azioni svolte come l’utilizzo di fondi pregressi per fornire il trasporto adeguato per persone disabili e anziani a San Pietro a Maida e l’avvio del processo per la realizzazione dei Progetti di vita.

Il sindaco Chiodo ha evidenziato la problematica del difficile coinvolgimento dei sindaci del suo distretto sulle tematiche sociali e delle scarse risorse sia economiche che umane nelle singole realtà territoriali. Nonostante questo, l’ambito di Soveria è riuscito a realizzare dei progetti sul sostegno alla genitorialità, sul pronto soccorso sociale e sul caffè Alzheimer. Il suo auspicio è quello di una sempre più stretta collaborazione tra PA e Terzo settore.

“Costruire rapporti di collaborazione sani tra enti pubblici e organizzazioni del Terzo settore è una delle grandi sfide cui sono chiamati gli enti nei prossimi mesi. La crisi economica e sociale innescata dalla pandemia ha accelerato l’emersione di nuovi bisogni e diritti negati e, di conseguenza, richiede risposte sempre più efficaci. La sentenza 131/2020 della Corte Costituzionale ha sciolto ogni dubbio sulla possibilità di utilizzare i dispositivi dell’amministrazione condivisa previsti dal codice del Terzo settore, nello specifico gli articoli 55, 56 e 57, ma per farlo c’è bisogno che pubblica amministrazione ed enti del Terzo settore siano consapevoli del loro funzionamento, dai possibili vantaggi agli eventuali rischi.” – ci riferisce la Portavoce del Forum Terzo Settore Lametino Graziella Catozza.