Si apre il sipario sulla nuova stagione teatrale di AMA Calabria a Lamezia Terme

La stagione teatrale si aprirà il 21 ottobre con Giuseppe Gibboni e la Nuova Orchestra Busoni, al Teatro Grandinetti di Lamezia Terme

Musica, danza e teatro tornano ad incontrarsi. Si prospetta una stagione teatrale trasversale, ricca di proposte artistiche che porteranno il grande teatro a Lamezia Terme. AMA Calabria ha aperto il sipario sul nuovo cartellone, composto da 14 spettacoli che andranno in scena nel corso dei prossimi 7 mesi, dal 21 ottobre 2022, aprendo la rassegna con le note musicali del famoso violinista Giuseppe Gibboni, al 20 aprile 2023, concludendo con lo spettacolo.

Un cartellone per tutti i gusti che è stato presentato questa mattina al Teatro Comunale Grandinetti di Lamezia Terme, alla presenza del sindaco della città Paolo Mascaro, dell’assessore comunale alla Cultura Giorgia Gargano, e dell’assessore comunale allo Spettacolo Luisa Vaccaro.

Il direttore artistico della rassegna, Francescantonio Pollice, ha dato vita ad una programmazione in grado di colpire gli interessi molteplici degli spettatori, offrendo una rosa di spettacoli di alta qualità, tanto per gli interpreti quanto per le produzioni, senza dimenticare le realtà teatrali calabresi. Dalla commedia al dramma, dal tango al gospel, questa nuova stagione è composta da un cartellone ricco di arte in ogni sua sfaccettatura, fatto di opere classiche e contemporanee. Gli appassionati di musica, danza e teatro avranno più di un’occasione per recarsi al Teatro Comunale Grandinetti, il luogo principale in cui si svolgerà la rassegna, per assistere a spettacoli in grado di colpire i cinque sensi.

LE DICHIARAZIONI DI POLLICE
Al direttore artistico il compito di presentare l’intero cartellone ai presenti: «Questa è una rassegna che, nel settore esercita, un ruolo di primo piano a livello regionale per la sua storica qualità della programmazione. Sono 14 appuntamenti di particolare qualità che fanno della stagione AMA Calabria di Lamezia Terme, insieme a quella di Catanzaro, punto di riferimento della programmazione teatrale non solo calabrese ma dell’Italia meridionale».

GLI INTERVENTI
 Paolo Mascaro, sindaco di Lamezia Terme: «Ringrazio AMA Calabria perché fa sì che la nostra città abbia stagioni di eccellenze assolute quali quelle che di quest’anno. Sarà il primo anno, dal post pandemia, che vedremo questo teatro pieno come è sempre stato. Frequentare il nostro teatro e gli spettacoli di questa stagione di AMA Calabria sarà come tornare indietro di qualche anno, è qualcosa di importante ed è un piccolo granello che aiuta nella crescita del territorio»

Giorgia Gargano, assessore alla Cultura: «Colgo gli stimoli e le sollecitazioni di Francesco Pollice, che vengono da un’organizzazione che ha dimostrato tutta la sua resistenza oltre che la sua credibilità in anni difficilissimi per lo spettacolo. Questo teatro, nonostante il lockdown e le difficoltà, ha continuato ad essere sempre al massimo della sua capienza e questa è una garanzia per la città»

Luisa Vaccaro, assessore allo Spettacolo: «All’interno di questo cartellone è presente ogni forma d’arte. Importante e di grande interesse il ponte creato tra Catanzaro e di Lamezia Terme. Una sinergia che darà un maggiore impulso culturale a entrambe ma le città, e che, al tempo stesso, potrebbe essere di sprone a una più larga intesa tra i comuni calabresi. In questi anni, AMA Calabria ha fatto capire quanto sia fondamentale assistere a spettacoli dal vivo e di quanto il suo pubblico ha bisogno dell’arte, del dialogo»

IL CARTELLONE, LE OPERE TEATRALI
Sarà un grande attore come Giampiero Ingrassia a dare il via alle opere teatrali, affrontando la mattatoriale sfida di interpretare sia Faust che Mefistofele in “Faust e la ricerca dell’eterna giovinezza” (28 ottobre) spettacolo avvincente, brillante ed innovativo, con lui in scena anche Emy Bergamo e Mimmo Ruggiero, seguito dall’opera teatrale diretta da Moni Ovadia, “Nota stonata” (11 novembre), nella quale Giuseppe Pambieri e l’attore catanzarese Carlo Greco interpretano una storia affascinante e carica di mistero.

“I fratelli De Filippo” (18 novembre) con il grande Sergio Rubini che sarà alla guida di un formidabile cast di attori ripercorre la storia emblematica di una famiglia d’arte che tanto ha dato al teatro non solo italiano. Giorgio Pasotti e Mariangela D’Abbraccio, due grandi attori del teatro italiano insieme ad un cast di valore, presentano “Hamlet” (2 dicembre) il più moderno dei personaggi Shakespeariani. Corinne Clery e Francesco Branchetti interpretano “Il Diario di Adamo ed Eva” (20 gennaio) il testo di Mark Twain che, attingendo al mito della Creazione, narra come siano andate le cose tra l’uomo e la donna.

Il mese di febbraio avrà due grandissimi spettacoli, il primo sarà “Testimone d’accusa”  di Agatha Christie, un magistrale dramma giudiziario, mai messo in scena in Italia in un grande allestimento con protagonisti Vanessa Gravina, Giulio Corso e ben altri 8 attori in scena, il secondo vedrà Pippo Pattavina e Mariangela Bargilli interpreti del romanzo capolavoro di Luigi Pirandello “Uno, nessuno e centomila”  (24 febbraio) in una ironica, moderna, divertente, umoristica, spiritosa, paradossale, leggera, istrionica, versione teatrale.

“Cose di ogni giorno” (31 marzo), con Denny Mendez e Francesco Branchetti, porteranno sul palco la storia di una famiglia contemporanea in cui salta l’equilibrio quotidiano. L’ultimo spettacolo della rassegna è dedicato alle compagnie calabresi con Salvatore Arena protagonista di “Come un granello di sabbia Giuseppe Gullotta storia di un innocente” (20 aprile), presenterà una storia contemporanea del nostro mezzogiorno che fa riflettere.

MUSICA E DANZA
Ad inaugurare la rassegna sarà un concerto che vede protagonista il giovane vincitore del prestigioso Concorso Internazionale Paganini di Genova, il violinista Giuseppe Gibboni (21 ottobre) accompagnato dalla Nuova Orchestra Ferruccio Busoni diretta dal Maestro Massimo Belli. La musica dal vivo incontrerà la danza per “Astor, un secolo di tango” (16 dicembre), una serata dedicata a Astor Piazzola che si preannuncia indimenticabile con il Balletto di Roma e musiche eseguite da un grande bandoneonista di f ama internazionale come Mario Stefano Pietrodarchi.

Annuncio pubblicitario

L’anno si concluderà con un a grande concerto Gospel (28 dicembre) che vede protagonista Eric Waddell alla guida degli Abundant Life Gospel Singers, e per l’anno nuovo andrà in scena un grande concerto con il violinista Gabriele Pieranunzi (15 gennaio) che si avvale della collaborazione dell’Orchestra Roma Tre diretta da Pietro Borgonovo. Il mese di marzo porterà un concerto che sarà una celebrazione della cinquantennale carriera in musica dell’artista Toquinho, per una tappa del suo tour “Toquinho…50 anni di successi” (17 marzo).

GLI ABBONAMENTI
«In tutti questi anni AMA Calabria ha avuto come obiettivo principale quello di mantenere con gli spettatori un forte rapporto d’identità culturale», è il direttore artistico Pollice che, oltre a presentare il cartellone della stagione teatrale, espone anche le innovazioni riguardanti i costi degli abbonamenti e dei biglietti di ogni spettacolo. «Ogni spettatore che assiste ad uno spettacolo del nostro cartellone merita il nostro rispetto. E’ al nostro pubblico – continua Pollice – che abbiamo pensato in un periodo di così forte crisi. Quest’anno, nonostante tutto aumenti, abbiamo deciso di mantenere invariato il costo dei biglietti, diversificandolo per spettacoli e settori. A chi decide di seguire l’intera stagione abbiamo riservato condizioni di abbonamento assai favorevoli: ben il 40% di sconto sull’ammontare complessivo dei biglietti degli spettacoli».

Per l’acquisto di biglietti e abbonamenti potranno essere utilizzate sia la Carta del Docente che App 18 oltre alle provvidenze di Carta Giovani Nazionale, lo strumento digitale per le ragazze e i ragazzi tra i 18 e i 35 anni residenti in Italia, che consente l’accesso agevolato anche alla fruizione culturale. La campagna abbonamenti inizia giovedì 15 settembre e si concluderà lunedì 17 ottobre 2022. Gli abbonati della precedente stagione 2021-22 potranno esercitare il diritto di prelazione da giovedì 15 a sabato 24 settembre. L’acquisto dei singoli biglietti potrà essere effettuato da martedì 18 ottobre 2022. L’acquisto dei titoli di accesso e degli abbonamenti agli spettacoli potrà essere effettuato presso la biglietteria AMA Calabria sita in via P. Celli, 23 aperta da lunedì a venerdì dalle 09,00 alle ore 12,00 e dalle ore 16,00 alle ore 19,00 è on line all’indirizzo: https://www.amaeventi.org/lamezia-st2223/

Infine, Pollice, a conclusione, presenta un’ulteriore agevolazione: «AMA Calabria, da sempre,  ritiene che lo sviluppo della nostra regione, anche nel settore culturale, passi attraverso una forte sinergia fra le due città più grandi dell’area centrale della Calabria Catanzaro e Lamezia. E’ per questo che abbiamo creato un ideale ponte tra le due città. Gli abbonati della Stagione teatrale AMA Calabria di Lamezia potranno acquistare i biglietti degli spettacoli di Catanzaro, nello stesso ordine relativo all’abbonamento posseduto, con lo speciale sconto del 50% fino ad esaurimento dei posti disponibili della promozione».