Lamezia, al Liceo “Fiorentino” gli studenti incontrano Saveria M. Gigliotti col suo saggio “‘Ndrangheta tra politica, fede e ruolo delle donne”

Una bella lezione di legalità oggi al Liceo Classico-Artistico “F.Fiorentino”, nell’ambito della rassegna “Fiorentino d’autore”, curata dal Prof. Raffaele Gaetano.

Gli allievi hanno incontrato la giornalista Saveria Maria Gigliotti, autrice del saggio “‘Ndrangheta tra politica, fede e ruolo delle donne”. A moderare l’incontro i Proff. Raffaele Gaetano ed Emilia Rizzuto, i quali hanno sottolineato il coraggio e il valore dell’opera, rigorosa nell’impostazione, corredata di documenti importanti, meritevole per la ricchezza dei contenuti: dalla descrizione dei rituali degli affiliati alle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia, dalle relazioni della DDA e della DIA alle recenti inchieste della magistratura di Reggio Calabria e di Catanzaro.

Numerose le domande che i ragazzi hanno rivolto all’autrice, la quale ha saputo coinvolgere l’uditorio con la forza delle sue parole, intrecciando ricordi personali ad eventi storici e dimostrando una profonda conoscenza del fenomeno della ‘ndrangheta nella sua evoluzione. Tramite il libro gli allievi hanno avuto modo di apprendere pagine buie della storia di Lamezia: dal cancro delle infiltrazioni mafiose agli omicidi che insanguinarono le strade della nostra città. Palpabile l’emozione al ricordo del Sovrintendente di Polizia Salvatore Aversa e della moglie Lucia Precenzano, a trent’anni dalla loro morte per mano della criminalità organizzata.

Tra gli altri spunti di riflessione forniti dal saggio: il rapporto tra Chiesa e ‘ndrangheta, dagli errori del passato alla ferma condanna da parte dei vescovi calabresi all’indomani della visita di papa Francesco nel giugno del 2014 a Cassano allo Ionio; l’atavico legame tra il Santuario di Polsi e le ‘ndrine e l’evoluzione del ruolo della donna all’interno del sodalizio criminale.

Presente all’incontro anche Nella Fragale, della GrafichEditore, la quale ha annunciato con soddisfazione la seconda ristampa del libro.

Nel congedarsi, Saveria Maria Gigliotti ha invitato i giovani presenti all’autonomia di pensiero, al coraggio delle proprie scelte e alla ricerca della verità.