Lamezia, a S. Antonio il presepe vivente tra passato e presente

Un percorso tra gli antichi mestieri e le antiche botteghe di una volta, senza rinunciare a qualche innovazione tecnologica, fino a raggiungere la grotta della Natività, dove il Dio fatto uomo parla alle donne e agli uomini di ogni epoca storica e di ogni tempo.

Tra passato e presente la rappresentazione del presepe vivente della comunità di S. Antonio di Padova-Parrocchia S. Maria degli Angeli, realizzato dai giovani animatori dell’oratorio in collaborazione con i bambini del catechismo e i vari gruppi parrocchiali e conventuali.

Nel contesto francescano dello storico convento dei Cappuccini, verso gli 800 anni del “primo presepe” di Greccio che ricorreranno il prossimo anno, l’iniziativa promossa dai ragazzi vuole mettere in scena quella semplicità e quella povertà con cui Francesco d’Assisi contemplava il Mistero dell’Incarnazione e volle renderlo visibile per la prima volta nel borgo di Greccio nel 1223.

La rappresentazione, nei locali delle aule catechistiche, si svolgerà nei giorni 28, 29 e 30 dicembre, 5 e 6 gennaio dalle ore 17 alle 20.