Lamezia, il 18 gennaio lo scrittore Antonio Cannone ospite al Liceo Fiorentino della rassegna «Fiorentino d’Autore»

Mercoledì 18 gennaio 2023, nell’ambito della rassegna «Fiorentino d’Autore» promossa dal Liceo Classico-Artistico «F. Fiorentino» di Lamezia Terme, il giornalista e scrittore Antonio Cannone dialogherà con gli studenti sul romanzo aMalavita. L’incontro, in programma alle ore 12,00, sarà introdotto dal prof. Raffaele Gaetano coordinatore dell’originale rassegna di incontri con l’autore.

L’ultimo libro dello scrittore lametino sta riscuotendo numerosi consensi, ricevendo importanti riconoscimenti fra i quali, il più recente, il Premio speciale «Andrea Camilleri» consegnato a Roma.

aMalavita è un romanzo di formazione che offre una chiave di lettura socio-antropologica della Calabria. Dove si intrecciano storie di giovani di strada e una condizione sociale dei protagonisti sempre in bilico tra la vita e la morte. Tra il bene e il male. Ambientato nel periodo che precede di fatto la trasformazione della criminalità organizzata in quella che oggi è diventata la ’ndrangheta. L’inizio dell’agire di una cultura criminale che si perpetua ancora oggi, tra segreti di privati cittadini, combutte di notabili con boss e con il potere politico. Si parla di territori calabresi dove le condizioni di degrado determinano situazioni al limite della legalità. Un libro che parla di muri da scalare in quartieri difficili, dove il protagonista principale, Totò, vive in una realtà difficile a contatto con boss e coetanei che delinquono, vivendo ai margini di una società che offre poco. Una sorta di “ecosistema” che diventa l’ambiente naturale dove cresce la cultura dell’illegalità e dove i bisogni e la povertà si trasformano in terreno fertile per l’antistato. Uno spaccato della società calabrese soggiogata dal malaffare ma che il protagonista “vorrebbe cambiare”.