Katya Gentile incontra Commissario Asp Cosenza

Si è tenuto ieri mattina un incontro tra il Commissario dell’Asp di Cosenza, dr. Vincenzo La Regina, e l’On.le Katya Gentile, durante il quale si è ragionato in termini di…

Si è tenuto ieri mattina un incontro tra il Commissario dell’Asp di Cosenza, dr. Vincenzo La Regina, e l’On.le Katya Gentile, durante il quale si è ragionato in termini di programmazione e pianificazione complessiva della rete ospedaliera degli spoke.
“Tante sono le criticità sulle quali sta intervenendo il Commissario dell’Asp, di concerto con il Commissario ad acta, Roberto Occhiuto, e con il Dipartimento tutela della salute – dichiara la consigliera regionale.

L’Asp sta investendo sullo sviluppo della telemedicina e della teleradiologia che, in un territorio orograficamente complicato come quello provinciale, può rappresentare uno strumento di offerta sanitaria più immediato, efficace e vicino ai cittadini. Diverse sono le procedure già avviate, in fase di espletamento o conclusiva, volte alla risoluzione di problematiche cogenti che mettono in affanno gli ospedali dell’intera provincia, primo fra tutti il reclutamento di personale. In particolare – continua Katya Gentile – in questa stessa ottica rientrano la nomina del primario della Ginecologia di Cetraro che, come garantito dal Commissario, avverrà nei prossimi giorni, la disponibilità all’imminente riattivazione del reparto di Ginecologia, nelle more della riapertura del punto nascita dello stesso ospedale, e l’espletamento di un concorso per la nomina del Direttore sanitario dello spoke Paola-Cetraro.
Tutto ciò rappresenta un segnale di particolare attenzione verso territori per troppo tempo trascurati e la volontà di valorizzare i servizi e l’offerta sanitaria che ci consentiranno di evitare un’emigrazione sanitaria, anche per interventi di routine, verso la Basilicata.

Advertisement

Dal proficuo incontro, conclude l’onorevole Gentile, sono emersi l’impegno e la concretezza messi in campo dal Commissario La Regina, al quale ho inteso assicurare di persona ogni forma di collaborazione istituzionale che possa contribuire al buon andamento di questo percorso evolutivo, non più rinviabile.”

Lascia un commento