D’ippolito: «Saranno potenziati gli organici degli uffici della Polizia di Stato a Lamezia Terme; il ministro dell’Interno ha accolto le mie richieste»

«Saranno potenziati gli organici degli uffici della Polizia di Stato a Lamezia Terme; il ministro dell’Interno ha accolto le mie richieste». Ne dà notizia, in una nota, il deputato M5S…

D’ippolito: «Saranno potenziati gli organici degli uffici della Polizia di Stato a Lamezia Terme; il ministro dell’Interno ha accolto le mie richieste»

1 min, 15 sec

«Saranno potenziati gli organici degli uffici della Polizia di Stato a Lamezia Terme; il ministro dell’Interno ha accolto le mie richieste». Ne dà notizia, in una nota, il deputato M5S Giuseppe d’Ippolito, che spiega: «La conferma ufficiale mi è giunta da Bruno Frattasi, capo di gabinetto del ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, cui con una nota personale e un’interrogazione parlamentare avevo rappresentato la necessità e l’urgenza di destinare più risorse umane alla Polizia di Stato nell’area lametina, al fine di garantire l’ordine pubblico e il controllo del territorio, nonché di contrastare ’ndrangheta e delinquenza e di svolgere al meglio tutti i compiti legati alla presenza di infrastrutture strategiche quali l’aeroporto internazionale e l’autostrada».

«Avevo raccolto – prosegue il deputato del Movimento 5 Stelle – le istanze dei sindacati della Polizia di Stato, attivandomi immediatamente per dare risposte concrete. A seguito delle mie richieste, il dipartimento della Pubblica sicurezza ha comunicato d’aver disposto le assegnazioni di 4 ispettori presso il commissariato di Lamezia Terme e di un ispettore presso l’Ufficio di Polizia di Frontiera, nonché di 8 unità appartenenti ai ruoli dei sovrintendenti e degli assistenti e agenti, di cui 5 al commissariato distaccato di Pubblica sicurezza, una alla Sezione autostradale, una per la Polizia ferroviaria e una presso lo scalo aereo. Peraltro, per quanto mi ha scritto il capo di gabinetto del ministro dell’Interno, sono già state previste 3 ulteriori unità – conclude D’Ippolito – da destinare al commissariato di Lamezia Terme».