Energia elettrica, De Angelis: “Difendere gli interessi dei cittadini calabresi con tagli in bolletta”

“La Calabria produce energia elettrica in maniera nettamente superiore al proprio fabbisogno senza che i cittadini ne abbiamo alcun beneficio in bolletta. Occorre intervenire indifferibilmente e invertire la tendenza ristabilendo…

“La Calabria produce energia elettrica in maniera nettamente superiore al proprio fabbisogno senza che i cittadini ne abbiamo alcun beneficio in bolletta. Occorre intervenire indifferibilmente e invertire la tendenza ristabilendo criteri di giustizia ed equità sociale”. Lo afferma il parlamentare Fausto De Angelis, candidato al senato nella lista plurinominale con la Lega alle elezioni politiche del prossimo 25 settembre, che annuncia iniziative in tale direzione. “Reputo necessario, al pari di quanto fanno i parlamentari delle altre Regioni, intervenire e difendere gli interessi e i diritti dei calabresi. La nostra regione, infatti, contribuisce – continua il senatore De Angelis – al soddisfacimento della richiesta di energia delle utenze elettriche dell’intero territorio nazionale. A certificare ciò i dati del 2020: la Calabria sembrerebbe avere prodotto 16 mila gigawattora di energia elettrica rispetto ai 5 mila richiesti per il suo consumo. Numeri inequivocabili che non possono passare inosservati senza generare alcuna utilità per i cittadini calabresi”.

“Per tale motivo – aggiunge il senatore della Lega – ho concordato con ingegneri ambientali un piano di risparmio delle tariffe che verrà sottoposto all’attenzione del nuovo governo. L’obiettivo è quello di attenuare i disagi delle famiglie calabresi meno abbienti e delle imprese energivore costrette a sopportare costi elevatissimi. Senza dimenticare la possibilità delle aziende esistenti o di nuova costituzione di proseguire senza patemi la loro attività o creare nuovi investimenti sul territorio regionale”.

Annuncio pubblicitario

“E’ ora di prendere coscienza di un dato, ormai, acclarato: gli sforzi enormi che vengono fatti in Calabria nella produzione di energia elettrica devono trovare – conclude il senatore De Angelis – la giusta e sacrosanta ricompensa”.

Lascia un commento